Come servire a tavola secondo il galateo? La mini guida

condividi su
Served table for the event. White tablecloth and restaurant cutlery, dish, plate, glass, bread. .

Bon ton a tavola? Quando si vuol fare bella figura, mai sottovalutare il galateo nel servire ospiti e portate

A casa come al ristorante, le buone maniere a tavola sono sempre ben gradite, specialmente in alcuni contesti particolarmente formali o quando si vuol fare buona impressione su qualcuno.

Che oggi usare lo smartphone durante una cena sia considerata una forma di maleducazione, Monsignor Giovanni della Casa, autore del Galateo overo de’ costumi, all’alba del 1550 non poteva certo prevederlo. Eppure i principi del suo noto trattato hanno fatto scuola nel definire il galateo a tavola, a cominciare da come apparecchiare la tavola, come servire le portate e in che ordine rispetto ai commensali.

Se stai per organizzare una cena per far bella figura, dai un’occhiata a questa piccola guida per imparare come servire a tavola secondo il galateo, evitando errori grossolani. 

GALATEO A TAVOLA: CHI SERVIRE PER PRIMO?

Cheerful woman holding bowl with salad in hand happily spending time with colleagues. Group of attractive international friends sitting at the table full of food having lunch together in cafe

Organizzare una cena perfetta che possa essere ricordata a lungo non richiede soltanto un menù e dei piatti all’altezza della situazione. Anche il servizio ha le sue regole, specialmente quando si ha a che fare con un numero elevato di commensali, sia maschi che femmine.

La prima domanda da porsi è proprio: chi servire per primo a una cena? In questo come in altri casi, la risposta è: prima le signore. L’ordine per servire in tavola secondo il galateo prevede, infatti:

- l’ospite femminile più importante che, le buone maniere vogliono seduto a destra del padrone di casa;

- tutti i commensali di sesso femminile;

- la padrona di casa, ultima tra le donne, ma servita sempre prima degli uomini;

- l’ospite maschile più importante, seduto a destra della padrona di casa;

- tutti gli ospiti di sesso maschile.

- il padrone di casa.

Sono ammesse deroghe a questo ordine rigoroso in contesti di cene casalinghe tra familiari, o eccezioni in presenza di festeggiati/e o di ospiti autorevoli che avranno la precedenza.

Quanto ai bambini, le regole del bon ton li vorrebbero seduti in un tavolo a parte e serviti separatamente o, in alternativa, serviti per primi per evitare capricci e tenerli buoni. 

COME SERVIRE LE PORTATE A TAVOLA SECONDO IL GALATEO

People Holding Bowl With Salad

In alcuni contesti, a fare la differenza non è solo l’ordine in cui vengono serviti gli ospiti, ma anche il modo in cui le portate vengono loro servite. A meno di affidarsi a camerieri o a personale di sala esperto, la regola generale su come servire a tavola secondo il galateo prevede che i piatti siano portati al commensale, così come a sinistra si avvicina il piatto da portata nel caso di servizio alla francese. Anche le posate posizionate alla sinistra del piatto, dovrebbero essere cambiate da sinistra. Viceversa, i piatti vuoti o sporchi devono essere portati via e sostituiti da destra, così come dalla destra viene versato da bere.

L’importante è non lasciar stazionare i piatti sporchi sulla tavola, sovrapponendo altri puliti (un “orrore” davvero imperdonabile).

L’ORDINE DELLE PORTATE

Ad una cena che si rispetti, dovrebbe esserci un ordine ben preciso anche per i piatti che costituiscono il menù. L’ordine delle portate secondo il galateo prevede:

● Antipasti

● Minestre (consigliate a cena) o pasta

● Pesce

● Carne

● Formaggi

● Dolce

● Frutta. 

COME SERVIRE IL PANE A TAVOLA

bread and window

Quanto al pane? Se vuoi imparare come servire a tavola secondo il galateo, non dimenticare che il pane dovrebbe essere servito su un apposito piattino posizionato a sinistra, uno per ciascun commensale, o in un cestino, possibilmente intero e non a fette, utilizzando una pinza.